Operatori

Operatori

Pubblicato in: Operatori

Nasce a Trieste ma studia presso il Dipartimento di Scienze Mediche e Veterinarie dell'Università di Parma

Laureanda in "Scienze zootecnologiche delle produzioni animali con curriculum in Scienze Tecniche Equine"
Da sempre appassionata di cavalli, collabora nella gestione della Scuderia da Pepe, soprattutto per quanto riguarda il benessere dei cavalli.
E' impegnata in prima persona nel recupero della cavalla Atena  che mantiene assieme ad un' altra socia.
Ha lavorato nel campo dell'educazione dei bambini, come baby sitter,  operatrice di  centri estivi, accompagnatrice di persone disabili, ha collaborato anche alle attività equestri per disabili. Attualmente  è impiegata come cameriera.

Di Equilandia dice:
Equilandia è un'Associazione fatta di sorrisi, allegria e professionalità. Qui le persone, soprattutto bambini e giovani, possono imparare ad amare e rispettare il cavallo e a rapportarsi con lui in modo salutare. Credo che chiunque voglia realmente conoscere i cavalli e si avvicini a loro con umiltà, possa assistere alla magia che questi cavalli possono fare. Equilandia è un  posto dove ci si può rendere conto della grande generosità di questi giganti a quattro zampe

 

 

Pubblicato in: Operatori

Istruttrice centro estivo

Mi chiamo Laura e sono nata a Trieste nel 1984.

Fin dall’inizio della scuola mi sono dedicata  a studi artistici concretizzati con una laurea di I livello in Arti visive alla facoltà di Architettura di Venezia  e con un master  in Digital Graphic allo IED di Milano.

Ho iniziato a collaborare con Equilandia nel 2009 come volontaria presso la Scuderia da Pepe. Portando il pranzo ai cavalli, preparando la cena per la sera, pulendo il loro ambiente e accompagnando un cavallo dalla scuderia di Rupinpiccolo al Circolo Ippico di Opicina dove iniziava le sue ore di lavoro assieme ai ragazzi.

Grazie alle abilità acquisite in passato con la squadra di volteggio a cavallo, presso l’Alpe Adria di Prosecco, alle esperienze vicino ai ragazzi come educatrice in diversi settori e alla conoscenza appresa durante il volontariato in Scuderia, ho sviluppato e partecipato al centro estivo “Mondo Cavallo (dai 6 ai 12 anni)”, a “Mondo cavallo Teens (dai 14 ai 18) in collaborazione con la scuola slovena Presciren, e successivamente alla “Settimana Verde” (dai 6 ai 14).

Ho partecipato ad un progetto in collaborazione con l’Anfaa per i ragazzi con situazioni di disagio emotivo, sociale e relazionale, con la finalità di accrescere l’idea di cura verso loro stessi e gli altri, tramite l’accudimento degli animali della scuderia.

Ultimamente mi sono dedicata alla realizzazione della “Mattinata in Scuderia” . Mattinate trascorse in scuderia, e fuori, per far vivere ai bambini e ai ragazzi la vita in Scuderia dai “lavori sporchi” all’accudimento degli animali ospiti.

 

Su Equilandia dice:

Equilandia è un mondo di relazioni fra persone, grandi e piccole, e di animali, grandi e piccoli, che vogliono stare e fare stare bene. Equilandia è uno SPAZIO che profuma di fieno, e in qualche angolo di cacca equina. E’ uno spazio dove puoi fare merenda sotto un tiglio. Puoi aprire e chiudere cancelli, scavalcare staccionate ed entrare nei recinti. Puoi spingere carriole, usare forche, pale, rastrelli e pompe d’acqua.  Equilandia è un’AVVENTURA da fare assieme. Uscire dalla scuderia passeggiando vicino ad un cavallo, aspettando un asino che si è fermato e non vuole sapere di continuare, assieme ad un cane o chiacchierando  mano nella mano con un amico. E’ un’avventura da fare nella e con la natura. Sotto la pioggia bagnata o sotto il sole caldo, nell’erba profumata o nel fango fastidioso.  Equilandia è GIOCO. E’ fingere di far parte di una tribù selvaggia. Dipingere sui sassi, sulla carta o perché no… su un cavallo (ovviamente con colori naturali, come gli indiani!) E’ distendersi sopra un cavallo. Leggere dei libri ed inventarsi delle storie. E’ farsi trainare da un amico seduto in carriola. E’ stare in cerchio affinchè un cavallo si ferma proprio davanti a noi “scegliendoci”. Equilandia è FESTA. Dividere una torta, biscottini, tè, patatine e paninetti. E’ giocare a “torte in faccia”. E’ seguire una storia raccontata da animaletti di cartone che spuntano dietro le palle di fieno. E’ condividere uno sciroppo di rose fatto in casa. Equilandia è RELAX. E’ stare seduto su una panchina. E’ spazzolare un cavallo, pettinarlo e fargli le treccine. E’ godersi il vento accarezzando un cane.  E’ raccontarsi le proprie disavventure e ridere assieme. Equilandia è VOCE. E’ la voce dei ragazzi che urlano dall’entusiasmo. Di chi si ritrova per creare qualcosa di migliore. E’ la voce di famiglie che ti sostengono e ti spronano a continuare.  E’ il nitrito di un cavallo che ti dice “ho fameee!!”. E’  il raglio di un’asinella che ti supplica di farle qualche coccola! E’ l’abbaio di un cane che vuole starti sempre attaccato!  E’ prendersi CURA. Per noi stessi e chi ci è vicino. È ascolto e confronto. È pensare ai nostri amici a quattro zampe. È mettere nello zaino delle carote, delle mele o del pane secco. E’ un mondo di istanti speciali e meravigliosi. Questo è come vivo io Equilandia!!

Pubblicato in: Operatori

Mi chiamo Laura e sono nata a Trieste nel 1984.

 

Fin dall’inizio della scuola mi sono dedicata  a studi artistici concretizzati con una laurea di I livello in Arti visive alla facoltà di Architettura di Venezia  e con un master  in Digital Graphic allo IED di Milano.

 

Ho iniziato a collaborare con Equilandia nel 2009 come volontaria presso la Scuderia da Pepe. Portando il pranzo ai cavalli, preparando la cena per la sera, pulendo il loro ambiente e accompagnando un cavallo dalla scuderia di Rupinpiccolo al Circolo Ippico di Opicina dove iniziava le sue ore di lavoro assieme ai ragazzi.

 

Grazie alle abilità acquisite in passato con la squadra di volteggio a cavallo, presso l’Alpe Adria di Prosecco, alle esperienze vicino ai ragazzi come educatrice in diversi settori e alla conoscenza appresa durante il volontariato in Scuderia, ho sviluppato e partecipato al centro estivo “Mondo Cavallo (dai 6 ai 12 anni)”, a “Mondo cavallo Teens (dai 14 ai 18) in collaborazione con la scuola slovena Presciren, e successivamente alla “Settimana Verde” (dai 6 ai 14).

 

Ho partecipato ad un progetto in collaborazione con l’Anfaa per i ragazzi con situazioni di disagio emotivo, sociale e relazionale, con la finalità di accrescere l’idea di cura verso loro stessi e gli altri, tramite l’accudimento degli animali della scuderia.

 

Ultimamente mi sono dedicata alla realizzazione della “Mattinata in Scuderia” . Mattinate trascorse in scuderia, e fuori, per far vivere ai bambini e ai ragazzi la vita in Scuderia dai “lavori sporchi” all’accudimento degli animali ospiti.

 

Su Equilandia dice:

 

Equilandia è un mondo di relazioni fra persone, grandi e piccole, e di animali, grandi e piccoli, che vogliono stare e fare stare bene. Equilandia è uno SPAZIO che profuma di fieno, e in qualche angolo di cacca equina. E’ uno spazio dove puoi fare merenda sotto un tiglio. Puoi aprire e chiudere cancelli, scavalcare staccionate ed entrare nei recinti. Puoi spingere carriole, usare forche, pale, rastrelli e pompe d’acqua.  Equilandia è un’AVVENTURA da fare assieme. Uscire dalla scuderia passeggiando vicino ad un cavallo, aspettando un asino che si è fermato e non vuole sapere di continuare, assieme ad un cane o chiacchierando  mano nella mano con un amico. E’ un’avventura da fare nella e con la natura. Sotto la pioggia bagnata o sotto il sole caldo, nell’erba profumata o nel fango fastidioso.  Equilandia è GIOCO. E’ fingere di far parte di una tribù selvaggia. Dipingere sui sassi, sulla carta o perché no… su un cavallo (ovviamente con colori naturali, come gli indiani!) E’ distendersi sopra un cavallo. Leggere dei libri ed inventarsi delle storie. E’ farsi trainare da un amico seduto in carriola. E’ stare in cerchio affinchè un cavallo si ferma proprio davanti a noi “scegliendoci”. Equilandia è FESTA. Dividere una torta, biscottini, tè, patatine e paninetti. E’ giocare a “torte in faccia”. E’ seguire una storia raccontata da animaletti di cartone che spuntano dietro le palle di fieno. E’ condividere uno sciroppo di rose fatto in casa. Equilandia è RELAX. E’ stare seduto su una panchina. E’ spazzolare un cavallo, pettinarlo e fargli le treccine. E’ godersi il vento accarezzando un cane.  E’ raccontarsi le proprie disavventure e ridere assieme. Equilandia è VOCE. E’ la voce dei ragazzi che urlano dall’entusiasmo. Di chi si ritrova per creare qualcosa di migliore. E’ la voce di famiglie che ti sostengono e ti spronano a continuare.  E’ il nitrito di un cavallo che ti dice “ho fameee!!”. E’  il raglio di un’asinella che ti supplica di farle qualche coccola! E’ l’abbaio di un cane che vuole starti sempre attaccato!  E’ prendersi CURA. Per noi stessi e chi ci è vicino. È ascolto e confronto. È pensare ai nostri amici a quattro zampe. È mettere nello zaino delle carote, delle mele o del pane secco. E’ un mondo di istanti speciali e meravigliosi. Questo è come vivo io Equilandia!!

Pubblicato in: Operatori

Mi chiamo Laura e sono nata a Trieste nel 1984.

 

Fin dall’inizio della scuola mi sono dedicata  a studi artistici concretizzati con una laurea di I livello in Arti visive alla facoltà di Architettura di Venezia  e con un master  in Digital Graphic allo IED di Milano.

 

Ho iniziato a collaborare con Equilandia nel 2009 come volontaria presso la Scuderia da Pepe. Portando il pranzo ai cavalli, preparando la cena per la sera, pulendo il loro ambiente e accompagnando un cavallo dalla scuderia di Rupinpiccolo al Circolo Ippico di Opicina dove iniziava le sue ore di lavoro assieme ai ragazzi.

 

Grazie alle abilità acquisite in passato con la squadra di volteggio a cavallo, presso l’Alpe Adria di Prosecco, alle esperienze vicino ai ragazzi come educatrice in diversi settori e alla conoscenza appresa durante il volontariato in Scuderia, ho sviluppato e partecipato al centro estivo “Mondo Cavallo (dai 6 ai 12 anni)”, a “Mondo cavallo Teens (dai 14 ai 18) in collaborazione con la scuola slovena Presciren, e successivamente alla “Settimana Verde” (dai 6 ai 14).

 

Ho partecipato ad un progetto in collaborazione con l’Anfaa per i ragazzi con situazioni di disagio emotivo, sociale e relazionale, con la finalità di accrescere l’idea di cura verso loro stessi e gli altri, tramite l’accudimento degli animali della scuderia.

 

Ultimamente mi sono dedicata alla realizzazione della “Mattinata in Scuderia” . Mattinate trascorse in scuderia, e fuori, per far vivere ai bambini e ai ragazzi la vita in Scuderia dai “lavori sporchi” all’accudimento degli animali ospiti.

 

Su Equilandia dice:

 

Equilandia è un mondo di relazioni fra persone, grandi e piccole, e di animali, grandi e piccoli, che vogliono stare e fare stare bene. Equilandia è uno SPAZIO che profuma di fieno, e in qualche angolo di cacca equina. E’ uno spazio dove puoi fare merenda sotto un tiglio. Puoi aprire e chiudere cancelli, scavalcare staccionate ed entrare nei recinti. Puoi spingere carriole, usare forche, pale, rastrelli e pompe d’acqua.  Equilandia è un’AVVENTURA da fare assieme. Uscire dalla scuderia passeggiando vicino ad un cavallo, aspettando un asino che si è fermato e non vuole sapere di continuare, assieme ad un cane o chiacchierando  mano nella mano con un amico. E’ un’avventura da fare nella e con la natura. Sotto la pioggia bagnata o sotto il sole caldo, nell’erba profumata o nel fango fastidioso.  Equilandia è GIOCO. E’ fingere di far parte di una tribù selvaggia. Dipingere sui sassi, sulla carta o perché no… su un cavallo (ovviamente con colori naturali, come gli indiani!) E’ distendersi sopra un cavallo. Leggere dei libri ed inventarsi delle storie. E’ farsi trainare da un amico seduto in carriola. E’ stare in cerchio affinchè un cavallo si ferma proprio davanti a noi “scegliendoci”. Equilandia è FESTA. Dividere una torta, biscottini, tè, patatine e paninetti. E’ giocare a “torte in faccia”. E’ seguire una storia raccontata da animaletti di cartone che spuntano dietro le palle di fieno. E’ condividere uno sciroppo di rose fatto in casa. Equilandia è RELAX. E’ stare seduto su una panchina. E’ spazzolare un cavallo, pettinarlo e fargli le treccine. E’ godersi il vento accarezzando un cane.  E’ raccontarsi le proprie disavventure e ridere assieme. Equilandia è VOCE. E’ la voce dei ragazzi che urlano dall’entusiasmo. Di chi si ritrova per creare qualcosa di migliore. E’ la voce di famiglie che ti sostengono e ti spronano a continuare.  E’ il nitrito di un cavallo che ti dice “ho fameee!!”. E’  il raglio di un’asinella che ti supplica di farle qualche coccola! E’ l’abbaio di un cane che vuole starti sempre attaccato!  E’ prendersi CURA. Per noi stessi e chi ci è vicino. È ascolto e confronto. È pensare ai nostri amici a quattro zampe. È mettere nello zaino delle carote, delle mele o del pane secco. E’ un mondo di istanti speciali e meravigliosi. Questo è come vivo io Equilandia!!

Pubblicato in: Operatori

Bettina von Hacke è insegnante del Metodo Feldenkrais. Tiene corsi a Trieste e Ronchi presso scuole e palestre specializzate.

Dal 2000, insieme a Paolo Loss docente ai seminari “Voce e consapevolezza corporea” organizzati dal USCI Friuli Venezia Giulia.

Dal 2002 docente di “Movimento corporeo e fisiologia posturale” al Conservatorio G.Tartini, Trieste.

Di Equilandia dice:

"Oltre a insegnare il metodo Feldenkrais Equilandia mi da l'occasione di andare a cavallo e sono entusiasta del lavoro svolto da questa Associazione a favore delle persone disabili". 

Pubblicato in: Operatori

I nostri volontari

 

Dario Smillovich
Volontario collaboratore

Irene Irene
Volontario collaboratore

 

 

Valentina Minelli
Volontario collaboratore

Collabora nella gestione dei cavalli della Scuderia da Pepe
Segue il recupero e il mantenimento dei cavalli Atena e Morgana
Collabora in caso di necessità nelle attività di Hippolini®, Hippolini® Mini club, Attività Equestri per le persone disabili.

 


 

Andrej Rebesco
Volontario collaboratore

Collabora soprattutto nei mesi estivi nella gestione dei cavalli della scuderia da Pepe.

   

 

Pubblicato in: Operatori

 

BERTÒ

MORGANA

SPEEDY

 

PAOLINA

 
   
   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Operatori

Istruttrice Yoga

Nasce nel 1971 a Trieste

Eva nel 1971 pratica lo hatha yoga dal 1998 e lo insegna attivamente dal 2004. Nel 2007, dopo formazione triennale, consegue il diploma alla R.Y.E. (ricerca sullo yoga nell’educazione) che le permette di portare la disciplina dello yoga anche nelle scuole elementari e di partecipare al Progetto di zona “Integrazione fra ragazzi abili con quelli diversamente abili” sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia (triennio 2006-2007-2008). L’esperienza acquisita con i bambini la conduce fino al mondo degli adolescenti consentendole di strutturare un corso specifico adatto a questa fase (2008). Attualmente si occupa di insegnamento agli adulti. Nel corso degli anni partecipa a diversi seminari condotti dai maestri Patrik Thomatis, Willy Van Lysbeth, Renata Angelini e Moiz Palaci. Nel corso della formazione ha occasione di conoscere le danze sacre attraverso la maestra di yoga e danza Genevieve Khentemourian e lo nada yoga attraverso la maestra Maria Paoletti.

 

Su Equilandia dice:

"Equilandia è un Essere sensibile a ciò che si identifica con il “disagio” e per ognuno di noi il disagio ha un significato ed un peso soggettivo. Nelle varie attività qui proposte, possiamo cercare risposta a ciò che vogliamo migliorare con una certa garanzia che è alla base di questa grande “famiglia”. Le nostre attività non rincorrono la moda o gli impulsi del momento, crescono e sviluppano lentamente e costantemente  una qualità più profonda.

Bruna e Eva

Pubblicato in: Operatori

Istruttrice Yoga

Nasce nel 1959 a Trieste

Ho intrapreso la stada dello yoga grazie al maestro Egidio Bais che negli anni 80 ha sviluppato questa disciplina a Trieste, discepolo di Satyananda e di Van Lysbeth. Ho conseguito la formazione di yoga presso la Scuola Satyananda a Torino nel 1989. Ho creato un centro di yoga e meditazione, dove abbiamo ospitato più volte Gabriella Cella, maestra di yoga e vari esperti della meditazione Osho. Nel 1992 e nel 1994 sono stata a Poona, presso il centro Multyversity di Osho per la formazione in meditazione. Ho seguito nel corso degli anni corsi di aggiornamento con i maestri Patrik Thomatis e Willy Van Lysbeth. Oltre a condurre i corsi di yoga e meditazione presso il centro, ho condotto corsi di yoga per bambini in varie scuole materne slovene grazie ad un progetto all'interno dell'ASS1, yoga con un gruppo di insegnanti di una scuola elementare, ho coordinato il progetto triennale "Integrazione fra ragazzi abili con quelli diversamente abili sostenuto dalla Regione FVG, ho presentato e condotto insieme alla dermatologa dott.ssa Cossutta un progetto per Pari opportunità sul tema "Oli essenziali e chakra". Dal 2007 sono socia dell'Equilandia e conduco corsi di yoga per adulti presso la sede di Sklad M. Cuk a Opicina.

 

Su Equilandia dice:

"Equilandia è un Essere sensibile a ciò che si identifica con il “disagio” e per ognuno di noi il disagio ha un significato ed un peso soggettivo. Nelle varie attività qui proposte, possiamo cercare risposta a ciò che vogliamo migliorare con una certa garanzia che è alla base di questa grande “famiglia”. Le nostre attività non rincorrono la moda o gli impulsi del momento, crescono e sviluppano lentamente e costantemente  una qualità più profonda.

Bruna e Eva

Pubblicato in: Operatori

Tesoriere, segretaria e coordinatrice.

Nasce a Trieste nel 1951

Sono uno dei soci fondatori dell’Associazione. Ho collaborato dal 1995 con l’Aias da cui e’ nata Equilandia. Conosco quindi l’Associazione dal suo stato embrionale, ho seguito i suoi primi passi incerti e il suo consolidamento, l’ampliamento, anche se minimo ma costante, dei suoi progetti e delle sue collaborazioni. Mi occupo del coordinamento degli operatori e degli atleti, della segreteria, e dell’amministrazione.

Su Equilandia dice:

“Equilandia io la vivo come una famiglia; una grande famiglia allargata che persegue con affetto le finalità e gli obiettivi dell’associazione e degli atleti, che come ogni famiglia ha le sue divergenze, ma è sempre pronta a sostenere e condividere speranze, gioie e delusioni dei propri famigliari.”
Pagina 1 di 2

Video presentazione

Contatore visite

Visite odierne 10

Visite totali 66229

Creato da Mittelcom